Per visitare il mio sito devi attivare Javascript
Novità e approfondimenti

Tabella obesità: quando si è considerati obesi?

  • Marta
  • 04.02.2021
  • Approfondimenti

La parola “obesità” è un termine medico con una definizione ben precisa: si definisce obeso un individuo che presenta un Indice di Massa Corpore (IMC) maggiore o uguale a 30 kg/m2.

Per uscire dai tecnicismi e aiutare te che stai leggendo a capire meglio la tua situazione, inizierò dallo spiegarti in modo semplice come si calcola questo IMC (che è la stessa cosa di BMI, acronimo inglese per Body Max Index).

Il calcolo è davvero banale e potrai avere la tua risposta semplicemente utilizzando la calcolatrice del tuo cellulare.

                           peso (kg)

IMC = BMI = —————————-

                         altezza2 (m)

Esempio per capire meglio: ipotizzo un individuo che pesi 75 kg per un’altezza di 1,55 m.

                                75 (kg)

IMC = BMI = ——————————- = 31,2 kg/m2

                         1,55 (m) * 1,55 (m)

Dato che l’IMC ottenuto è superiore a 30 , l’individuo preso ad esempio rientrerà nella fascia dell’obesità.

CHE COS'E' L'IMC?

Questa classificazione cosa implica? Per rispondere a questa domanda ti spiegherò brevemente cos’è l’IMC. E’ un indice statistico, calcolabile come descritto sopra, nato con l’intento di stabilire un intervallo di peso all’interno del quale il rischio per la salute è considerato basso.

La tabella degli IMC non riguarda solo l’obesità, ma comprende le seguenti fasce: più ci discostiamo dal normopeso, in alto o in basso, più aumentano i rischi di sviluppare patologie legate allo stato di nutrizione.

 

< 16,5 kg/m2                                            Sottopeso severo

 

16,5 kg/m2 < IMC > 18,4 kg/m2              Sottopeso

 

18,5 kg/m2 < IMC > 24,9 kg/m2              Normopeso

 

25,0 kg/m2 < IMC > 29,9 kg/m2              Sovrappeso

 

30,0 kg/m2 < IMC > 34,9 kg/m2              Obesità di I classe

 

35,0 kg/m2 < IMC > 39,9 kg/m2              Obesità di II classe

 

IMC > 40,0 kg/m2                                      Obesità di III classe

 

Se riesci a capire bene cosa rappresenta l’IMC, ti sarà chiaro che non è nato per stabilire il “peso ideale” di un individuo, ma semplicemente un intervallo di peso in cui il rischio di sviluppare patologie legate allo stato di nutrizione è più basso. Se considero l’esempio fatto sopra, posso valutare un range di normopeso per la persona in questione:

 

18,5 kg/m2 * 1,55 m * 1,55 m = 44,4 kg

24,9 kg/m2 * 1,55 m * 1,55 m = 59,8 kg

 

Il suo rischio per la salute perciò sarà basso se il suo peso sarà compreso tra i 44,4 kg e i 59,8 kg.

L’IMC ha anche dei grandi limiti: non va applicato sotto i 18 anni (lì vengono utilizzati preferenzialmente i percentili), nelle donne in gravidanza, negli sportivi di alto livello.

Nelle persone anziane invece avere un IMC nella fascia sovrappeso sembra ridurre la mortalità, quindi anche in questo caso i riferimenti classici non andrebbero applicati.

Come ti ho spiegato, l’IMC è ben lontano dall’essere un riferimento preciso e perfetto: allora perchè è così utilizzato, anche a livello internazionale?

Innanzitutto perchè è semplice: con un rapido calcolo e con dati facilmente misurabili è possibile reperire informazioni importanti sullo stato nutrizionale e i fattori di rischio correlati.

Per andare nello specifico e stabilire un peso di riferimento personalizzato ci sono indubbiamente tante altre variabili da considerare: prima fra tutte, conoscere la quantità di massa grassa, misurabile tramite BIA o plicometria (entrambe disponibili nel mio studio) permette di avere una visione migliore della composizione corporea e stabilire degli obiettivi realmente personalizzati e raggiungibili.

Adesso, calcolatrice alla mano, calcola il tuo IMC e lasciami un commento: ti dirò quali sono i primi passi da seguire per migliorare il tuo stato di salute!

Lascia un commento